Servizi per l’impresa

Lo so ! Devi pensare a tutto tu e la mancanza di tempo soffoca le tue energie.

L’imprenditore deve essere onnisciente e onnipresente. Deve curare l’organizzazione, far quadrare i conti e trovare sempre soluzioni creative. Il minimo errore potrebbe costargli caro ed esporlo a pericolose contestazioni civili, penali e amministrative.

Ma se potessi disporre della costante presenza di un partner legale che ti aiuti a non sbagliare, permettendoti di concentrarti solo sui tuoi obbiettivi?
E se il costo della consulenza fosse minore rispetto agli esborsi che annualmente sopporti per contestazioni legate all’insoluto, ad opportunità perse o ad una inadeguata regolamentazione normativa?
Hai mai valutato con un legale gli effettivi costi di consulenza annuale?

Cosa posso fare per la tua impresa?

Marketing e Privacy

Vuoi raggiungere milioni di utenti con il digital marketing senza rischiare contestazioni?

“Data in the new Oil” . .Vero! Ma devi avere l'”estrattore” e, soprattutto, devi saperlo usare.

Le nuove tecnologie te lo permettono. In realtà anche la normativa, ma devi sapere come fare…

Organigramma privacy, registro dei trattamenti, nomine dei responsabili, informative, privacy policy, cookies policy…. A cosa servono? Sono davvero utili o solo funzionali ad evitare sanzioni?

Come sempre il problema non risiede nello strumento ma nel modo di utilizzarlo. Se vuoi limitarti a fare il “compitino” da mostrare all’organo ispettivo, probabilmente, non hai bisogno di me!

Voglio quindi essere chiaro: non adeguerò la tua azienda al GDPR per il solo rispetto della normativa.

Questo sarà uno dei risultati del mio intervento. Non certo lo scopo primario!

Il mio obbiettivo sarà, prima di ogni altro, quello di aiutarti a migliorare la tua organizzazione aziendale, ottimizzando i costi ed indirizzando le tue energie verso ciò che è davvero importante.

Del resto, a cosa serve la normativa sulla data protection se non a trattare il dato per conseguire lecitamente – e senza rischi – gli interessi economici della propria impresa?

Più l’organizzazione aziendale risulterà “pulita e trasparente” più facile sarà sfruttare le proprie risorse e monitorare i risultati di ogni scelta imprenditoriale.

L’adeguamento richiederà quattro fasi di lavoro. Nessuna verrà eseguita senza uno scopo preciso.

– PRIMA FASE – Ricostruzione flusso dei dati
I dati dei quali dispone l’azienda possono essere un patrimonio inestimabile o una zavorra ingombrante. Ciò che ti propongo è di individuarli, “pulirli” e “sfruttarli” nel rispetto della normativa!

– SECONDA FASE – Analisi dell’esistente e programma azioni di adeguamento
Se non sei a conoscenza di quali trattamenti esegui, quali dati tratti e in che modo li difendi, come puoi pensare di poterli utilizzare per scopi di marketing?
Il costo di acquisizione del cliente è altissimo! Vuoi veramente sprecarlo con azioni casuali o, peggio, rischiose?

– TERZA FASE – Realizzazione azioni di adeguamento
In una azienda sapere “chi fa cosa” permette all’imprenditore di intervenire rapidamente per tutelarsi da possibili danni. In caso di “fuga di dati” il tempo è tiranno!
Il data breach non è solo una rogna burocratica ma un ipotesi che va prevenuta e gestita. Sia a livello tecnico che giuridico.
I tuoi dati sono il tuo patrimonio. Mettili in cassaforte e assicurali da azioni illecite altrui

– QUARTA FASE – Controllo correttezza, efficacia, efficienza della azioni realizzate
Abbiamo individuato quali dati tratti. Abbiamo reso leciti i tuoi trattamenti. Abbiamo utilizzato i dati per specifiche azioni di marketing. Li abbiamo salvaguardati con specifiche misure di sicurezza.
Abbiamo però raggiunto gli obbiettivi prefissati? Hai conseguito un effettivo vantaggio?
Il monitoraggio servirà proprio a comprendere se quello che stiamo facendo o che abbiamo fatto ha raggiunto il suo scopo!

Detto ciò, se proprio vuoi annoiarti, scopri nel dettaglio il percorso che, previa analisi delle tue esigenze, verrà intrapreso:

PRIMA FASE:
RICOSTRUZIONE DEL FLUSSO DEI DATI
a) spiegazione dettagliata della normativa e confronto con il titolare dell’azienda al fine di consentirgli di ottenere un grado di conoscenza iniziale, sufficiente ad elaborare, in concerto con il professionista, un’analisi approfondita del flusso dei dati della propria azienda.
b) rassegna completa del flusso dei dati dell’azienda in entrata e in uscita.
c) identificazione di unità organizzative, persone, processi e applicativi impattati dalla normativa e analisi di divari, lacune e scostamenti.
d) redazione di un’organigramma privacy aziendale con indicazione sintetica delle criticità riscontrate e dei settori coinvolti dalle azioni di adeguamento.

SECONDA FASE:
PROGRAMMA AZIONI DI ADEGUAMENTO
Individuazione delle criticità rispetto ad attuali trattamenti non conformi alla normativa ed indicazione delle azioni di adeguamento.
a) redazione programma di privacy by design e by default funzionale a redazione registro dei trattamenti
b) creazione di una privacy policy
c) analisi dei contratti con eventuali contitolari, responsabili e incaricati del trattamento ed indicazioni operative per l’adeguamento
d) verifica delle procedure di accesso ai dati da parte degli interessati ed indicazioni operative per l’adeguamento
e) analisi delle informative e indicazione operative per l’adeguamento
f) individuazione delle misure tecniche e organizzative e sistemi di sicurezza per l’adeguamento

TERZA FASE:
REALIZZAZIONE AZIONI DI ADEGUAMENTO
a) rielaborazione e redazione nuove informative
b) rielaborazione e redazione contratti con responsabili del trattamento
c) rielaborazione e redazione nomine incaricati
d) redazione policy privacy per incaricati
d) redazione registro dei trattamenti
e) assistenza legale a tecnico informatico/sistemista per la miglior individuazione delle procedure di sicurezza

QUARTA FASE 
CONTROLLO DELLA CORRETTEZZA, EFFICACIA, EFFICIENZA DELLA AZIONI REALIZZATE 
(durata di 1 anno)
a) attività di controllo e verifica effettuata presso l’azienda con cadenza mensile e rivalutazione del programma di adeguamento delle azioni in essere sulla base delle modifiche normative
b) incontri di aggiornamento normativo e giurisprudenziale effettuati presso l’azienda (titolare e dipendenti).


Contrattualistica

Redigo un contratto scritto o rischio di espormi a contestazioni?

Non dare importanza alla regolamentazione dell’attività aziendale è l’errore più grosso che l’impresa può commettere. Ciò per due ragioni:

  • Il contratto è “legge fra le parti”: l’ordinamento ti permette di regolare i rapporti con i tuoi clienti e fornitori pre-costituendo un quadro normativo certo, prevedibile, cogente e difficilmente opponibile;
  • Prevenire è meglio che curare: investire nella risoluzione dei problemi piuttosto che nella loro prevenzione è la spesa più inutile che puoi affrontare

Ecco cosa posso fare per la tua impresa:

  • individuazione della tipologia contrattuale più adatta alle esigenze concrete dell’impresa, previa analisi e valutazione delle criticità e delle potenzialità;
  • redazione di accordi pre-negoziali, quali minute, lettere d’intenti e conduzione delle trattative che precedono la stesura del contratto;
  • predisposizione e redazione del contratto, delle condizioni generali e particolari e di tutta la modulistica contrattuale (modulo d’ordine, allegati informativi).
  • fase di controllo e revisione del contratto, per intervenuta evoluzione normativa e giurisprudenziale o per l’insorgenza di nuove esigenze aziendali.
  • assistenza nella fase patologica del rapporto (inadempimento, recesso, risoluzione), finalizzata a prevenire ed evitare le possibili conseguenze pregiudizievoli.

Recupero Crediti

E se il cliente non mi paga?
Vale sempre la pena incaricare il legale per recuperare il proprio credito?

Nessuno può prometterti di “colpire il centro” ma quantomeno rassicurarti su “dove saranno indirizzate le frecce”.
Per conseguire concretamente tale obiettivo, prima di svolgere un’azione giudiziale, svolgeremo indagini informative atte a stabilire la solvibilità del debitore e ad individuare eventuali cespiti patrimoniali aggredibili.

Ecco, nell’ordine, cosa faremo:

  • Esame del titolo e dei documenti
  • Messa in mora al debitore
  • Analisi di solvibilità
  • Assistenza al rientro del debito
  • Assistenza e difesa giudiziale
  • Esecuzione forzata

Gestione del contenzioso

Perché favorire la conciliazione piuttosto che adire l’autorità giudiziaria?
E se non fosse possibile?

La principale esigenza dell’azienda è quella di risolvere il contenzioso in modo rapido e poco dispendioso. Per tutelare tale richiesta occorre valutare preventivamente tempi, costi e probabilità di successo. L’imponente carico giudiziario e l’inadeguatezza del nostro sistema nel fare fronte alle numerose richieste di tutela giurisdizionale, hanno portato l’azienda a considerare nuove strategie e strumenti di risoluzione delle controversie. Miro ad evitare, attraverso l’utilizzo di nuovi strumenti di tutela, l’instaurazione di un dispendioso ed interminabile giudizio che, spesso, non permette di conseguire il risultato auspicato.

Qualora ciò sia inevitabile, sarò in grado di porre al servizio della tua impresa la mia esperienza nel campo giudiziale, assistendoti nelle seguenti materie:

  • contratti di appalto di opere e servizi
  • contratti di compravendita
  • contratti di locazione
  • contratti d’opera intellettuale
  • contratti assicurativi
  • responsabilità professionale
  • altre ipotesi di responsabilità civile