Ipotesi di responsabilità contrattuale

Quando aspetti un regalo…
e ti arriva il “pacco”.

Risarcimento danni da inadempimento
Non sei stato pagato?
La prestazione che hai ricevuto non ha soddisfatto le tue pretese?

Tutelo chiunque ha subito un pregiudizio derivante dalla mancata, ritardata o inesatta esecuzione della prestazione dedotta nel contratto. Il mio scopo è quello di farti ottenere la totale reintegrazione del tuo patrimonio ed il ristoro di tutti i danni personali patiti. Il conseguimento di questo risultato passa attraverso l’analisi delle differenti voci di danno che, spesso, il danneggiato nemmeno sa di aver subito…

Contattami ora per conoscere i tuoi diritti →


Il bene che hai acquistato non aveva le caratteristiche promesse?

Per alcuni contratti l’ordinamento prevede specifiche tutele che vanno oltre la normale pretesa di adempimento. A tutti sarà capitato di acquistare un bene che, dopo qualche tempo, ha iniziato a manifestare dei problemi. I vizi e difetti della cosa sono coperti da specifiche garanzie soggette, tuttavia, a stringenti termini di decadenza e prescrizione. Perdere tempo significa perdere il proprio diritto …

Contattami subito per un intervento tempestivo →


Risarcimento danni da responsabilità precontrattuale
La tua controparte ha gestito le trattative con scorrettezza e mala fede?

Hai affidato i tuoi risparmi ad un intermediario finanziario poco “onesto”? Devi sapere che l’ordinamento pone a carico delle parti specifici obblighi di buona fede, protezione e informazione che vanno oltre il semplice obbligo di prestazione. Non importa che il contratto sia o meno stato concluso. Se la scorrettezza è avvenuta in fase pre-contrattuale potrai ottenere un risarcimento da parte di chi abbia illecitamente abusato della tua buona fede.

Contattami ora per conoscere i tuoi diritti →


Responsabilità da vacanza rovinata
Il tuo aereo ha subito un grave ritardo?
Ti hanno smarrito il bagaglio?
La camera d’albergo prenotata non aveva le caratteristiche promesse?

L’amarezza e lo sconforto che spesso accompagnano il rientro a casa del turista possono tradursi in una lesione del benessere psicofisico che proprio la vacanza era finalizzata a perseguire.
Il viaggiatore dovrà essere risarcito sia dei danni patrimoniali che di quelli “morali” quali, ad esempio, la perdita – in termini di godimento del viaggio – della vacanza, imputabile a problemi sostanziali nell’esecuzione del servizio turistico. Ad esempio, un bagaglio recapitato a distanza di giorni dall’arrivo presso la destinazione e prescelta, potrebbe averti creato sia un danno economico (conseguente alle spese sostenute per l’acquisto di beni di prima necessità), sia un pregiudizio psicofisico (dovuto allo stress patito) o semplicemente una perdita di riposo e benessere. Tuttavia, non è sempre chiaro stabilire contro quale soggetto e secondo quali tempistiche vanno effettuate le istanze risarcitorie.

Chiamami adesso per evitare di commettere errori e per non perdere il diritto ad essere risarcito →